Il corso di Disegno dell’architettura è inquadrato tra le discipline del Disegno che sono accomunate dall’obiettivo di trasmettere allo studente i principi e le tecniche relative alla rappresentazione. Gli oggetti che lo studente deve saper rappresentare sono non soltanto quelli di sua ideazione, destinati a rimanere tali o a essere realizzati, ma anche quelli della realtà costruita, sia per la documentazione necessaria alla loro conservazione sia per la documentazione necessaria a una loro eventuale trasformazione. La scala degli oggetti che lo studente deve saper rappresentare va da quella di un semplice ambiente, a quella dell’edificio, per arrivare alla scala della città, del territorio e del paesaggio.

Il corso si pone l’obiettivo di fornire all’allievo conoscenze in merito:

  • ai principi teorici del Disegno dell’architettura;
  • agli aspetti legislativi e normativi che possono richiedere particolari modalità di esecuzione dei grafici di progetto;
  • ai codici e alle convenzioni, alle tecniche e ai procedimenti in virtù dei quali il disegno può essere sicuramente considerato il principale strumento a cui ricorre l’architetto per analizzare e interpretare un luogo, un edificio, un monumento, un paesaggio, per rappresentare le proprie idee, per fornire istruzioni che servano alla realizzazione dei suoi progetti, per produrre una documentazione che riguardi i manufatti esistenti.

Il corso serve a garantire che l’allievo sappia applicare nella pratica del disegno le conoscenze teoriche acquisite in questo insegnamento, cioè ai fini della progettazione architettonica e urbanistica, del rilievo del costruito e dell’ambiente, nonché dell’indagine storica e della catalogazione del patrimonio architettonico.

Il corso serve inoltre a far sì che lo studente sappia far ricorso a un ampio repertorio di forme per dar corpo alle proprie idee progettuali o per eseguire un’analisi formale e proporzionale dei manufatti esistenti o per ricondurre a elementi di geometria nota le forme più complesse.

Il corso serve infine a far sì che lo studente sappia applicare correttamente e con profitto i metodi di rappresentazione soprattutto mediante gli strumenti informatici del disegno, piuttosto che con quelli tradizionali.

Il corso ha durata semestrale, si svolge interamente nel secondo semestre del primo anno del corso di laurea in Architettura e ha una durata di 60 ore complessive tra lezioni ex cathedra ed esercitazioni in aula, corrispondenti a sei CFU (crediti formativi). La prima sessione per sostenere il relativo esame è quella estiva del 2020.