Il corso tende ad offrire gli strumenti metodo­logici necessari alla lettura degli organismi architettonici nella loro articolazione spaziale unitamente alla comprensione della stretta interrelazione che lega tra loro le modificazioni della spazialità architettonica e lo sviluppo delle tecniche costruttive. È obiettivo imprescindibile del corso la comprensione dell’intervento architettonico in rapporto ai momenti fondamentali della storia, la cui conoscenza costituisce un presupposto insostituibile ad una loro corretta interpretazione.

Oltre alle lezioni ex cathedra, il corso prevede delle esercitazioni, durante le quali l'allievo sarà invitato a dedurre dall'osservazione di­retta, mediante schizzi e appunti grafici, considerazioni sulle caratte­ristiche spaziali, fun­zionali e costruttive degli organismi esaminati oltre a fornire restituzioni schematiche e di dettaglio relative agli ordini architettonici.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria per poter ottenere i crediti necessari a sostenere l’esame. In sede di esame l'allievo dovrà dimostrare buona conoscenza e capacità di valu­tazione storico-cri­tica di tutta la materia attraverso un colloquio e mediante semplici disegni a mano libera eseguiti davanti alla commissione su argomenti proposti dagli esaminatori.